Trasparenza

In ottemperanza alla normativa in tema di trasparenza,riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità,trasparenza e diffusione delle informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni si pubblicano i seguenti documenti:

CARTA DEI SERVIZI

La Carta dei Servizi delle RSA e Case di Cura è scaricabile QUI

La Carta dei Servizi del CDI è scaricabile QUI

La Carta dei Servizi delle RSA Orchidea è scaricabile QUI

La Carta dei Servizi di C.A.S.A. Il Gelso è scaricabile QUI

 

BILANCIO DI ESERCIZIO – RELAZIONI ORGANO – COSTI CONTABILIZZATI

2022

Bilancio anno 2022

Relazione dell’organo di controllo contabile 2022

Costi contabilizzati 2022

2021

Bilancio anno 2021

Relazione dell’organo di controllo contabile 2021

Costi contabilizzati 2021

2020

Bilancio anno 2020

Relazione dell’organo di controllo contabile 2020

Costi contabilizzati 2020

CLASS ACTION

In questa sezione non sono presenti dati da pubblicare

LISTA DI ATTESA RSA IL GELSO E RSA ORCHIDEA

I criteri d’inserimento in rsa degli ospiti nelle nostre residenze socio sanitarie sono definiti da diverse procedure in vigore nella nostra regione.

In Lombardia viene demandato all’ospite la facoltà di scelta della struttura a cui rivolgersi, la procedura in essere presso AV VITTUONE SRL prevede una valutazione preliminare della domanda d’inserimento da parte dell’ufficio accoglienza.

Una volta espresso il parere favorevole, viene stilata la lista d’attesa; la collocazione al suo interno è frutto dell’incrocio tra più criteri: quello dell’urgenza del ricovero (dimissioni ospedaliere/segnalazione da parte dei Servizi Sociali), quello dell’ordine cronologico della domanda e quello della compatibilità del posto libero con le esigenze sanitarie e sociali del futuro ospite.

I tempi effettivi di attesa sono difficilmente quantificabili.

LISTA DI ATTESA CDI IL GELSO

I criteri d’inserimento nel cdi sono gli stessi sopra menzionati per le rsa.

LINEE GUIDA IN MATERIA DI ANTICORRUZIONE

Av Vittuone Srl intende promuovere e consolidare al proprio interno una cultura di trasparenza, integrità e controllo nell’esercizio delle attività aziendali. A tal fine, rispondendo anche ai requisiti del D. Lgs. 231/01 e traendo spunto dalle Linee Guida in Materia di Anticorruzione, ha adottato una serie regole di comportamento, di policy e procedure, con l’obiettivo di fornire un quadro sistematico di riferimento a cui il personale e i collaboratori della società devono attenersi nell’esercizio delle loro attività.
Sono inoltre stati definiti presidi di prevenzione e di controllo in relazione alla gestione dei rapporti con le Pubbliche Amministrazioni e con gli Enti Privati, al fine di prevenire, la commissione delle fattispecie previste dal d.lgs. 231/2001.

Trasparenza, accesso civico

Ai sensi dell’articolo 2-bis, comma terzo e degli articoli 5 e seguenti del D. Lgs. 33/2013, la società riconosce il diritto di accedere ai dati, documenti e informazioni entro i limiti di quanto previsto dal D. Lgs. 33/2013, attraverso gli istituti dell’accesso civico semplice e dell’accesso civico generalizzato.
Le strutture sanitarie private accreditate sono soggette al diritto di accesso civico in relazione ai soli dati, documenti e informazioni relativi allo svolgimento dell’attività di assistenza sanitaria.
Ai sensi di quanto previsto dagli articoli 5 e ss. del D. Lgs. 33/2013, la società si riserva di dare comunicazione delle richieste pervenute agli eventuali controinteressati e di dare diniego alle richieste di accesso per le ragioni e i motivi indicati dalla legge.
Ai sensi dell’art. 5, comma 4, del D. Lgs. 33/2013 il rilascio di dati o documenti in formato elettronico o cartaceo è gratuito, salvo il rimborso del costo effettivamente sostenuto e documentato dalla società per la riproduzione su supporti materiali.
Le richieste di accesso ricevute sono riportate in apposito registro.

Accesso civico semplice | Modalità di presentazione delle richieste
L’accesso civico semplice (art. 5, comma primo, del D. Lgs. n. 33/2013) ha ad oggetto dati, documenti e informazioni oggetto di pubblicazione obbligatoria, qualora sia stata omessa la loro pubblicazione.
Il competente per l’accesso civico semplice è il direttore di struttura.
La richiesta di accesso civico semplice ai sensi dell’art. 5, comma primo, del D. Lgs. n. 33/2013, dovrà identificare i dati, le informazioni o i documenti richiesti e potrà essere presentata alternativamente:

  • via mail o tramite posta ordinaria all’indirizzo della struttura pubblicati sul presente sito;
  • di persona presso l’indirizzo della struttura pubblicato sul presente sito.
    Titolare del potere sostitutivo, attivabile nei casi di ritardo o mancata risposta, è l’Amministratore Unico della Società (Dr. di Lernia Lino) contattabile al numero 02 90119302.

Accesso civico generalizzato | Modalità di presentazione delle richieste
L’accesso civico generalizzato (art. 5, comma secondo, del D. Lgs. n. 33/2013) ha ad oggetto dati, documenti e informazioni ulteriori rispetto a quelli che la Società è obbligata a pubblicare, nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi giuridicamente rilevanti e dei divieti di legge.
Il competente per l’accesso civico generalizzato è il direttore di struttura.
La richiesta di accesso civico generalizzato ai sensi dell’art. 5, comma secondo, del D. Lgs. n. 33/2013 dovrà identificare i dati, le informazioni o i documenti richiesti e potrà essere presentata alternativamente:

  • via mail all’indirizzo accessocivico@avvittuone.it ;
  • di persona o tramite posta ordinaria presso l’indirizzo della residenza sita a Vittone in Via Milano 51/53.

 

ATTESTAZIONI ANAC  2022

All. 1.4 Attestazione

All. 2.4 Griglia di rilevazione

All. 3 Scheda di sintesi

 

ATTESTAZIONI ANAC  2023

All. 1.4 Attestazione

All. 2.4 Griglia di rilevazione